© 2016 - 2017 by Pointgraph. 

Inserita nel borgo di Trebiano, La Maison De Beauvoir , dimora storica , nonchè l’abitazione e atelier della pittrice Hélène De Beauvoir, sorella di Simone , oggi adibita ad accoglienza turistica, vi accoglie in spazi eleganti e rilassanti.

L’edificio del 1300 è stato completamente restaurato, dotato di ogni comfort mantenedo inalterata la sua particolarità strutturale storica e artistica.

LA MAISON DE BEAUVOIR

Hélène De Beauvoir (6 giugno 1910, Parigi – 1 luglio 2001 Groxwiller), entrò, non appena terminati i suoi studi, in una scuola tecnica dove apprese l’incisione.

Contemporaneamente studiò la pittura in diverse accademie di Montparnasse e acquisì un gusto dello “schizzo” che non la lasciò più.

L’artista, più vicina agli astratti che ai realisti, difficilmente si integrava agli uni o agli altri; la cura del rigore la condusse tra il 1954 ed il 1960 ad una scomposizione della forma in luce tale da dare, ai suoi quadri l’aspetto di un mosaico.

Dal 1960 una vita ritirata in campagna tra Goxwiller in Alsazia e Trebiano, in Italia, ha permesso ad Hélène De Beauvoir di precisare le sue vedute sullo spazio e la luce e di elaborare un’opera informale.

Ha esposto diverse volte nelle gallerie più rinomate d’Italia, del Giappone, della Germania; a Losanna, Bruxelles, l’Aia, Amsterdam, Parigi e a New York.

HÉLÈNE DE BEAUVOIR

Alcune delle opere presenti in Maison De Beauvoir
"Le petit âne en voit de toutes les couleurs"
"L'escalade"
"Cueillette d'olives"

TREBIANO e DINTORNI

“Mia sorella non abita più a Parigi (…)… D’estate in Italia, nella sua casa di Trebiano, lavora in un grande studio pieno di sole (…)… Finalmente arrivai nella borgata di dove si sale a Trebiano: dal basso il villaggio aveva un aspetto grandioso, col suo castello, la maestosa chiesa barocca, i muraglioni a picco (…). Che ricompensa, ritrovarmi seduta su una terrazza con mia sorella, a gurdare la campagna e il mare!”.

Simone De Beauvoir, A conti fatti

Lerici e Golf Club
5 Terre
Portovenere
Trebiano

Trebiano è un borgo medievale dal profilo particolarmente romantico, rimasto immutata nella sua struttura arroccata, con  le case che appaiono addossate le une alle altre, creando un'inconfondibile tavolozza di colori tenui.